“Amore Ribelle Tra Ficattole e Zonzelle”

Il nostro nuovo disco!
_DSC2944_DSC2974

6 maggio 2016

Da Firenze a Livorno con furore!

_DSC2947 (1)

Abbiamo deciso di chiamare così questo disco per fare un ironico omaggio alle nostre somiglianze e alle nostre diversitá.

Ficattole e zonzelle sono due nomi, uno che si usa nella provincia di Firenze, l’altro in quella di Livorno per indicare un piatto toscano: la pasta di pane fritta. Ma questa pasta l’abbiamo assaggiata anche in molte altre regioni..cambia di nome (coccoli, sgabei, crescentine, gnocchi) cambia di forma, di dimensione, ma sempre quella è.

Questo concetto semplice é  trasportabile all’essere umano e a tutto ciò che lo circonda: cambia la lingua, la forma, il colore, le idee, la cultura, ma la sostanza quella rimane e le differenze non sono ostacoli ma ricchezze.

_DSC2952Anche questo disco dall’inizio alla fine è stato impastato a mano, con pochi semplici ingredienti, spontaneo e poco costruito, ma con la passione e l’emozione del momento!

 

 

 

Veronica Bigontina (voce, nacchere, washboard, cucchiai, tammorra, tamburo a cornice, ocean drum; chitarra acustica su “Cade l’uliva”)

Lisa Santinelli (voce, mandolino elettrico, cigar box, kazoo, mucca, uccellino, bottiglia; chitarra acustica in “Mammà non mi mandà fori la sera”; nacchere in “La chitarrina”)

Benedetta Pallesi (voce, chitarra acustica, glokenspiel, kazoo; mandolino elettrico in “Mammà non mandà fori la sera”)

_DSC2961

Registrato in presa diretta presso presso 8 Recording Studio, Colognole(Li): Ahmed Gronchi ; mixaggio ed editing: Ahmed Gronchi

Editing e stampa presso Discolaser(Guasticce, Li)

Foto: Spartaco Siricio

_DSC2953

Ringraziamo Ahmed , che c’ha registrato,  per la dedizione e la pazienza; Spartaco che c’ha fatto le foto; Marzio che c’ha fatto il video; i nostri amici e amiche, a due e a quattro zampe, i compagni e le compagne incontrati nel nostro cammino che ci hanno aiutato e supportato; i luoghi che ci hanno dato la possibilità di esprimerci e la cultura popolare per il suo immenso e vasto tesoro che non deve essere dimenticato! Un grazie anche a: Francesca Prato, Pardo Fornaciari, Archivi della Resistenza di Fosdinovo e Istituto Ernesto De Martino di Sesto Fiorentino. Grazie!